6 Ottobre ore 21
New Trolls
Of New Trolls

musica

  A cinquant'anni dalla nascita della band, la musica unisce due pilastri e fondatori, Nico Di Palo, chitarra e voce Gianni Belleno, batteria e voce, sono le immagini, le emozioni di due protagonisti dei più appassionati viaggi musicali.

Una carriera ricchissima di successi e canzoni indimenticabili, per ritrovare lo spirito genuino della musica suonata dal vivo e quell’estrema varietà del suono, ricco di infinite sfumature, per far rivivere le magiche atmosfere degli anni Settanta e a seguire.

Tornano insieme con le loro esperienze e una grande energia, con la volontà di recuperare il passato e una nuova vita nel presente e futuro, al primo posto mettono l’amicizia e la musica.

Milioni di note, scritte, interpretate e rimaste impresse nella storia musicale italiana, dai più grandi successi della band genovese nata nel 1967. Dense atmosfere, testi e liriche importanti, sono i punti di partenza, per proseguire una organizzazione complessiva perfettamente coerente, fatta di alternanza di voci e di movimenti, rapidi e lenti, di contrasti dinamici e ritmici, come firma di uno stile musicale.

Acquista il biglietto

 

7 Ottobre ore 15
Compagnia Gilberto Govi
Barba e Cavelli

musica

 “Barba e Cavelli” di U. Palmerini e R. Canepa, andò in scena per la prima volta il 9 gennaio 1940 a Biella (per le “prime” si sceglieva sempre una “cittadina di provincia”) ed approdò al Teatro Nuovo di Milano il 24 gennaio dello stesso anno.


Il successo di pubblico e critica fu immediato per la compagnia dove, oltre alla coppia Govi, recitavano anche Iole Gardini e Lina Volonghi. I giornali milanesi del 25 gennaio 1940 riportano la cronaca di una scelta azzeccata: “…spassoso travestimento della commedia dell’arte…” che peraltro l’autore stesso definiva “pretesto per 3 atti farseschi”.

L’ambientazione originaria a Firenze non aveva certo sofferto della trasposizione a Genova perché le situazioni, i sentimenti e gli spunti comici che offre il testo sono universali e senza tempo.

La scena si svolge nel salotto di una modesta casa di un artigiano, un barbiere, che ha la propria bottega annessa all’appartamento. Dal salotto, infatti, si accede sia alla strada , sia al resto della casa, che alla bottega.

È Attilio, il barbiere, il personaggio chiave della vicenda, uomo semplice, lavoratore, ma con una gran voglia di ridere e scherzare. La moglie Tosca, invece, è incapace persino di sorridere e pensa unicamente al profitto, al guadagno, al risparmio, "ae palanche”.

Unica consolazione del povero Attilio è la figlia Rosa, una ragazza simpatica e sincera che si è innamorata di Beppino, ragazzo di bottega del padre.

Attilio divide il suo tempo tra il lavoro e la casa, ma trova il modo di passare qualche ora con gli amici e soprattutto riesce sempre a organizzare simpatici scherzi con l’aiuto di Clelia la farmacista, sua complice. Ne fanno le spese un po’ tutti: vicini, clienti, conoscenti, ma nessuno serba rancore perché Attilio è un burlone sempre allegro e brioso che conosce i propri limiti ed è la prima vittima della propria ironia.

Purtroppo l’avidità spinge Tosca a proporre un matrimonio d’interesse alla figlia, un matrimonio con il figlio dei padroni di casa. Girolamo e Lina, infatti, sono ricchi ed hanno un unico figlio, un po’ scemo, al quale sono morbosamente attaccati e che ricoprono di eccessive attenzioni.

Hanno persino rifiutato al figlio un matrimonio con una ragazza carina e benestante solo perché il bisnonno era stato ricoverato in manicomio ed allora…. ecco l’idea! Attilio si fingerà pazzo, ne combinerà di tutti i colori ed i due genitori rinunceranno all’idea di far sposare il figlio a Rosa perché la malattia del padre potrebbe essere ereditaria.

La commedia della pazzia va in scena, la figlia, l’amica Clelia e la vicina di casa Ines saranno gli attori comprimari, gli amici ed i clienti le comparse, la moglie ed i padroni di casa il pubblico ignaro.

Ma qualcosa non funziona, forse la commedia è troppo verosimile, forse Attilio è davvero pazzo, forse …. e la vicenda volge all’epilogo con continui colpi di scena e situazioni esilaranti.

Attilio saprà essere all’altezza della situazione, fronteggiare le emergenze, risolvere gli intoppi, assicurare l’amore alla figlia?

Biglietti disponibili direttamente in Teatro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

13 Ottobre ore 21
Danza Orientale
TRIBAL POWER

musica

 Primo spettacolo di Danza Orientale per questa nuova stagione del Teatro Govi!

Anche quest'anno artisti nazionali ed internazionali calcheranno il palco: Anna Mara e le JAI HO - Bollywood Genova, Tiziana Tribal e le T-girl, Gaia Dunya Rai e Foesia Bellydance Company, Linda Luna Melani, Aila Preni (al suo esordio su un palco di calibro internazionale), Andrea Fabiana Mignone e la super star del tribal fusion, Violet Scrap, oltre alle organizzatrici Francesca Cherry Lasalandra con le Cherry blossom - TUT e Myriam De Lellis con Les Jalmiva. Come sempre sarà imperdibile!!!


Biglietti disponibili direttamente in Teatro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

20 Ottobre ore 21
Sandro Giacobbe

musica

 

 A distanza di 4 anni dal concerto al Porto Antico, Sandro Giacobbe torna a cantare nella sua amata Genova.

In due ore di canzoni (alcune oramai abbracciano tre generazioni), si ripercorreranno la vita e le canzoni del cantautore, che, per l'occasiove, verrà accompagnato da una band composta da:
Paolo Tixi - Batteria
Matteo Scarrone - chitarre
Massimo Bracco - Tastiere
Fausto Ciapica - Basso
e da Marina Peroni - vocalist, autrice e compagna nella vita di Sandro Giacobbe.

Biglietti disponibili su HappyTicket e presso la biglietteria del Teatro Govi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

21 Ottobre ore 16
Compagnia "I sognatori del palcoscenico"
Nascondete quella suora

musica

 "Nascondete Quella Suora" è la trasposizione teatrale di "Sister Act" vista dalla Compagnia “l SOGNATORI DEL PALCOSCENICO” e A.S.D.Il Palcoscenico di Genova, con la Direzione Artistica di Antonella Castagnino.

Sul palco si esibiranno 20 artisti tra studenti di recitazione, danza,
canto e racconteranno la storia di Dolores che, nel corso di un musical in 2 atti, sarà la testimone scomoda di un omicidio. Per proteggerla la Polizia la travestirà da Suora e la farà rifugiare in un Convento, dove diventerà direttrice di quello che era uno stonatissimo coro, prima, e poi diventerà un vero e proprio fenomeno musicale. Un successo tale da mettere il convento e la stessa Dolores sotto le luci accecanti dei riflettori, così accecanti da attirare anche l'attenzione dei malviventi da cui Dolores stava scappando... 

Biglietti disponibili (a breve) su HappyTicket e presso la biglietteria del Teatro Govi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

27 Ottobre ore 21
Compagnia "Artemis Levante"
Andy e Norman

musica

 A pochi mesi dalla scomparsa del grandissimo Neil Simon, la compagnia Artemis Levante affronta il duro compito di rendere omaggio a questo grandissimo autore con uno spettacolo tutto da ridere: Andy e Norman. 

La commedia è incentrata sul rapporto fra tre personaggi
Andy, Norman e Sophie.

Andy e Norman sono agente e autore squattrinati che cercano di sbarcare il lunario attraverso rubriche giornalistiche di basso livello. 

Il delicato equilibrio fra i due si rompe con l'arrivo della nuova stramba vicina, Sophie, che porterà scompiglia nella mente e nel cuore dei protagonisti!
Non mancheranno le risate!


Con:

Marco Samson

Mario Roncagliolo

Francesca Capitaneo Mevilli


Regia di Francesca Capitaneo Mevilli



Biglietti disponibili (a breve) su HappyTicket e presso la biglietteria del Teatro Govi

 

 

 

 

28 Ottobre ore 16
 
Festival "S. Giorgio"

musica

 Al Teatro Govi torna il Festival di San Giorgio della Canzone in Lingua Ligure!

L’idea del Festival nasce così

Il convegno sul tema “Recitare in Liguria” del 27 novembre 1999 a Chiavari diretto dal Prof. Francesco Gallea, ha confermato che, unitamente al teatro, la canzone dialettale è un mezzo altrettanto valido nel recupero e nella conservazione della nostra parlata e delle nostre tradizioni.

I testi musicati in vernacolo risultano sempre più importanti nel rapporto ribalta – platea; la riscoperta dei valori del dialetto cantato sta diventando un “veicolo” attuale, vivo, aperto ad ogni sfumatura, capace di trasmettere emozioni davvero particolari.

Il Teatro DON PELLE di San Giorgio d’Albenga , nell’organizzare il Festival San Giorgio della Canzone in Lingua Ligure, si è proposto con la prima edizione del 2002, di offrire e rinnovare ogni anno una grande opportunità ad autori ed interpreti dell’intera Regione, un’occasione significativa e coinvolgente.

In sintesi, gli obiettivi principali che si intendono perseguire anche attraverso la canzone dialettale sono:

· recuperare e rafforzare il ricchissimo connotato storico e culturale del dell’intera Regione,

· avvicinare ulteriormente i giovani anche a questa forma di spettacolo,

· rinnovare il repertorio musicale con proposte innovative, ricercando “fresche” forme espressive per ridare nuova linfa alla ribalta della canzone dialettale.

Prezzo del biglietto € 10

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Newsletter

Sponsor

Banca Carige
Il Borgo
Enoteca Bruzzone
Carlook
Coop
Pasta fresca Dellepiane
Feltrinelli
IREN
Centro Estetico Sabina
Ortopedia Cigno
Amiu
Odontoiatria Corrente
Residenza Monticelli
Profumeria Estetica Femminile Ella
Panificio Pasticceria "Gianluca e Fabrizio"
Pizzeria Pizzopoli
Salumi e Formaggi "Da Tony"
Starlab Telefonia
Trattoria Agnese
Autoscuola Tacchino
Siccardi Sport
Tecnocasa
Vannucci

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, consulta la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Information